Mal di testa da ritorno al lavoro, come combatterlo

Se il ritorno dalle feste ti ha messo KO, puoi risolvere il problema seguendo alcuni piccoli consigli, esposti in seguito. Le luci di Natale, i pacchetti regalo e i parenti che non vedi da un sacco di tempo ti possono mettere ansia e depressione, ma la ripresa sarà più sprint se riuscirai a riprendere le abitudini prefestive. Vediamo come combattere il mal di testa da ritorno al lavoro.

Non abbandonare lo sport

Durante le feste hai ceduto alla pigrizia? E’ l’ora di riprendere lo sport con più lena: appena puoi vai a correre, fai sport a casa o in palestra. Riprendere le buone abitudini è il primo passo per iniziare a stare meglio con sé stessi, oltre che riportare anche i livelli glicemici ad un livello accettabili dopo gli stravizi delle feste.

I metereopatici

A rischio depressione dopo le feste sono anche i metereopatici, coloro che si fanno influenzare dal tempo. I primi giorni di gennaio sono infatti freddissimi e spesso anche poco luminosi. Per questo, chi soffre di problemi del genere potrebbe avere sintomi come mal di testa, stanchezza, inappetenza, depressione e sentirsi un po’ giù di tono. Per questo motivo, impegnati in un’attività che possa permetterti di svagarti e rilassarti: sarà fondamentale per il tuo recupero psicologico e fisico.

Gli adolescenti a scuola

Anche gli adolescenti, circa il 14%, soffrono di ma di testa al ritorno sui banchi a settembre e dopo Natale. Di solito questo è legato all’ansia da prestazione legata ai compiti ed alle interrogazioni. Per migliorare questi sintomi si potrebbe ad esempio tranquillizzare i propri figli e aiutarli nello studio. I bambini dovrebbero poi cercare di svagarsi durante le feste, in modo da accumulare un periodo di riposo in vista delle fatiche primaverili.

Gli anziani

Anche gli anziani sono soggetti a rischio mal di testa, a causa del fatto che dopo le feste potrebbero soffrire del ritorno alla normalità, e quindi anche alla solitudine della vita quotidiana. Per questo motivo, c’è solo una soluzione: cercare di stargli quanto più vicino possibile, per non farli sentire soli.

Il Christmas Blues: come combatterlo

Questo periodo è tipicamente definito Christmas Blues o depressione post festività: una buona idea può essere quella di non impigrirsi troppo e di dedicarsi comunque allo sport e alle attività quotidiana. Gli psichiatri suggeriscono, per chi lavora, di lasciare comunque tutto pronto in vista del ritorno a lavoro. Una buona idea potrebbe essere quella di ritagliarsi una delle ultime ore lavorative pre ferie per rispondere alle mail ed eventualmente addestrare i colleghi che ci sostituiranno in nostra assenza, in modo da andare in vacanza senza pensieri.

Fondamentale ridimensionare le aspettative

E’ molto importante, in vista del ritorno alla normalità, non avere troppe aspettative o programmi poco realistici sui nostri obiettivi e sulle nostre aspirazioni. Solo così si potrà evitare di venir colti dal mal di testa da ritorno al lavoro e dall’ansia da prestazione. Solo così si potrà riuscire a vivere serenamente il ritorno dalle feste per tutti, senza pensieri e turbamenti. Se vuoi sapere come superare questa fase ed imparare le migliori tecniche di rilassamento per combattere il mal di testa, come massaggio shiatsu o riflessologia, puoi richiedere la nostra guida Soluzione Mal di Testa, che ti risolverà ogni problema relativo a questo fastidiosissimo disturbo.